5 step per prenderci cura del nostro viso

Parliamo di cose serie oggi, come sempre peraltro, 😉 cosa ne dite di parlare un po’ di rituali di bellezza, come rispettare la pelle del nostro viso e come prendercene cura?

Ci sono state occasioni in cui le mie amiche mi prendevano in giro per il tempo, la cura e la quantità di prodotti che utilizzavo quotidianamente.

Sì, in parte avevano ragione, ho sempre investito molto tempo nel mio viso, ma vi è mai capitato di conoscere una donna e che qualcuno vi chiedesse quanti anni le/gli davate?

Se ci pensate con buona probabilità, la benevolenza della risposta è dettata anche dallo stato della pelle della persona che avevate davanti.

Io non dimostro vent’anni, lungi da me il pensarlo, anzi mio marito è sempre così gentile da togliermi sei mesi di età quando dopo essere stata al restauro per ore, esco e con il sorriso più bello che ho gli chiedo “Quanti anni dimostro?”, quindi lo so che i miracoli non avvengono per così poco, però sono fermamente convinta che la mia dedizione mi agevoli o perlomeno non mi danneggi.

Ma andiamo al succo del discorso, molte di voi lo sapranno come e con cosa sarebbe buona cosa struccarsi, ma voglio scriverlo comunque perchè so che esiste tra di voi chi si lava la faccia con il detergente per le mani…no, dai non lo fate più, va là!

REGOLA FONDAMENTALE: OGNI VOLTA CHE CI TRUCCHIAMO, DOBBIAMO STRUCCARCI!

No alle scuse: sono stanca, tanto ne ho poco in faccia dopo una serata fuori, domattina mi alzo presto, balle! Non ne avete voglia! Volete a 50 anni la pelle di una di 70?

Primo step fondamentale: lo struccante bifasico!

Ma cos’è questo bifasico?

Il bifasico è una soluzione struccante divisa in due parti: una, solitamente colorata (la tinta dipende dagli ingredienti), a base di olio che serve a sciogliere le sostanze liposolubili e una, trasparente, a base di acqua che serve invece a sciogliere quelle idrosolubili.

La parte oleosa o olio struccante, meglio se vegetale e biologico, è il segreto di bellezza delle giapponesi, perché per struccarsi in profondità serve una sostanza grassa. L’olio è infatti l’unico in grado di eliminare tutti i tipi di make-up, persino quelli waterproof, insieme alle tracce di unto e di inquinamento depositate sulla pelle e dentro i pori nel corso della giornata.

Mentre la parte acquosa, di solito arricchita con ingredienti vegetali e vitamine, l’acqua ha la funzione di pulire la pelle da tutte quelle sostanze idrosolubili, oltre che lenire e rinfrescare. In quanto idrolati (residuo acquoso della distillazione di una pianta), questa parte acquosa sfrutta i poteri cosmetici delle piante, tonificando con dolcezza e aiutando la pelle a prevenire borse, occhiaie e segni di stanchezza

Dopo aver agitato il flacone per miscelare le due soluzioni, versate, su un dischetto di cotone, qualche goccia di struccante e passatelo prima sugli occhi, poi sulla zona T (fronte, lati e sommità del naso e mento), le guance solo per ultime;

Secondo step: il detergente viso

Care donne, se avete una pelle secca, sì al latte detergente, ma se l’avete mista, o addirittura grassa, e usate il latte detergente.. avete proprio voglia di ungervi!

Se invece usate il detergente per le mani, siete delle killer!

Fidatevi, con 4 euro circa ve la cavate, sforzatevi di utilizzare un detergente adatto alla vostra pelle, un gel detergente è la soluzione più facile per tutti i tipi di pelle, ne va usato poco perchè anche i residui di detergente favoriscono il proliferare di imperfezioni, quindi poco, ma sempre e costantemente, al mattino per rimuovere il sebo prodotto durante la notte e riattivare la microcircolazione sottocutanea e OGNI VOLTA che ci strucchiamo.

Terzo step: il tonico

Il tonico serve per chiudere i poli dilatati dalla detersione, lo sapevate?

Il tonico è fondamentale, se non vi date il tonico, tutto il lavoro precedente è servito come cuocere un piatto di pasta scordandosi di salare l’acqua.

Lui non solo elimina gli ultimi residui di trucco, andando molto più in profondità rispetto al latte o gel detergente, ma richiude anche tutti i pori, ricompattando la pelle del nostro viso.

La sua scelta è importante, a volte mi è capitato di acquistarne alcuni con un accentuato odore alcolico, denominati astringenti, e non mi sono trovata bene, da anni utilizzo lo stesso, per pelli sensibili, pur non essendo dei più costosi, rimane a mio parere un ottimo prodotto.

Quarto ed ultimo step: la crema idratante

Ma la crema se non te la metti, come fai a lamentarti che hai la pelle che tira? Che hai le zampe di gallina?

Dimmi: potresti stare senza bere?

La crema è importantissima, la crema nutre, idrata, rilassa, attiva il microcircolo sottostante la pelle, quindi aiuta nel colorito, insomma la crema idratante è imprescindibile, la mattina, la sera e prima di truccarsi in generale.

Scegliere la crema viso è un po’ come scegliere il profumo, però delle linee guida generali sono dettate dalle caratteristiche della nostra pelle, se secca, mista o grassa.

Inoltre è importante definire cosa è meglio a seconda dell’età che abbiamo, a questo proposito la mia estetista mi ha spiegato che per una pelle mista come la mia, finchè sei giovane puoi utilizzare creme ricche, poi man mano devi alleggerire, altrimenti la pelle si lucida più in fretta.

Io da qualche anno, utilizzo una crema idratante 24 ore in gel, molto leggera e con un unico prodotto posso garantirmi la stesura anche la sera prima di andare a dormire.

Il quinto step è per chi si vuole proprio tanto bene: scrub e maschera

Una volta alla settimana, ma anche due, si dovrebbe fare uno scrub e applicare una maschera a seconda del fabbisogno, idratante, antirughe, rinfrescante e chi più ne ha più ne metta, ma se garantite una buona idratazione al viso da mattino a sera, tutti i giorni, secondo me siete già a buon punto!

Spero di avervi fatto venire voglia di iniziare o incentivare a dimostrarvi quanto bene vi volete!

Alla prossima con un articolo che sono sicura vi piacerà, argomento: tendenza colori capelli per la primavera/estate 2018…oh yeah!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...