Gli agretti, o barba del frate, 3 ricette superfacili

Gli agretti mi piacciono tantissimo, è una di quelle verdure che quando mi accorgo di avere davanti, mentre faccio la spesa, i miei occhi si accendono.

Sono nutrizionalmente ottimi, ricchi di vitamina A e B, contengono sali minerali utilissimi per le donne come magnesio, potassio, calcio e ferro, aiutano inoltre la peristalsi intestinale grazie alla cospicua presenza di fibre.

Ma come si preparano?

Gli agretti sono solitamente colmi di terra nelle radici, vanno innanzitutto lavati e rilavati molto bene, tagliandone le radici di qualche centimetro.

Prima ricetta:

Hanno una buonissima resa sia come contorno a una bistecca, piuttosto che ad un filetto di pesce e si preparano scaldando una padella antiaderente con un filo d’olio, adagiandoli con un pizzico di sale per far uscire l’acqua e lasciandoli cuocere per qualche minuto coperti.

Appena cambiano colore, sono pronti.

Io li amo con qualche goccia di limone o con un cucchiaino di aceto di mele, insomma con un sapore agro, ma sono buonissimi anche semplicemente così.

Seconda ricetta:

Altrimenti si possono utilizzare all’interno di una frittata, avendo cura di cuocerli prima, si segue la ricetta classica della frittata: uova, sale, parmigiano, pizzico di pepe (e io aggiungo sempre anche un po’ di latte), si aggiungono gli agretti, si cuoce in padella per qualche minuto da una parte e poi dall’altra e la frittata è fatta.

Terza ricetta:

Rullo di tamburi per l’ultima ricetta, che si prepara in 5 minuti ed è fantastica:

Spaghetti, porro, pecorino e agretti

Mentre fate cuocere gli spaghetti, in una padella scaldate un filo d’olio con il porro tagliato a rondelle, inserite gli agretti ancora crudi, lasciate cuocere fino a che non cambiano colore.

 Nel frattempo grattugiate un po’ di pecorino stagionato, a 3 minuti dal termine della cottura della pasta, aggiungete mezzo bicchiere di acqua di cottura nella padella con porro e agretti, scolate gli spaghetti e li aggiungete all’altra padella, arrivate quasi a fine cottura e dopo circa 2 minuti spolverate con il pecorino e mescolate fino alla formazione di una cremina deliziosa.

Una macinata di pepe e il piatto è pronto!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...