Less is more

Sono tornata, come ritorna chi è andato via, senza sapere che sta per assentarsi.

Gennaio e febbraio sono stati per me come un dosso, di quelli che quando li hai già passati, rimani comunque interdetto, perchè non ti aspettavi che ti sballottassero così.

Ma sono qui, un po’ sballottata, ma qui!

Ho sentito il bisogno di prendere una pausa, perchè come mi hanno insegnato in un corso che ho frequentato a gennaio, sollevare un peso di 1000kg in una volta è più faticoso che sollevare 1000 volte un peso da 1kg.

Per questo ho deciso di prendere una pausa, stavo accumulando troppe cose, mi stavo concedendo a troppo, con il risultato di non sentirmi mai sufficientemente carica.

Ho finito il 2017 in riserva e il 2018, con tutto il suo carico di novità, stava procedendo ad un ritmo, al quale se volevo allinearmi, dovevo mollare qualcosa.

Quanto è stato utile questo pensiero! Io, socia onoraria del movimento “se voglio posso fare tutto”, beh ho dovuto fare un passo indietro, perchè è vero che posso fare tutto, non mi soffermo neanche sul come, la domanda è “e dopo? come sto?”.

Lo so che avevo promesso articoli su articoli, un piano editoriale già compilato, era ancora dicembre e avevo già deciso i titoli fino al dicembre successivo, bello, sicuramente incentivante, ma come ci sarei arrivata?

Come mi dice sempre una donna intelligente, conosciuta “per caso” su Facebook, ammesso che il caso esista e che abiti in Facebook, occorre sempre fare un esame di realtà.

La mia si costruisce su un lavoro a tempo pieno, fino a fine gennaio creavo anche grafiche da postare sui social, due figli, un marito, una casa e soprattutto LA GENNY.

Questo racconto non è figlio del desiderio di giustificazione, il mondo non si è affatto fermato in attesa di queste righe, è più frutto del desiderio di scaturire in ognuna/o di voi, la domanda: “ma tutto quello che faccio è necessario?”

LESS IS MORE, è il mio mantra da gennaio, non perchè sia diventata lavativa, ma perchè non ci crederete, ma se iniziate a non fare più tutto quello che vi siete ripromessi, e fate solo ciò che è realmente necessario, non solo la vita va avanti lo stesso, ma vi accorgete ben presto che non avete perso niente, che la Terra non ha interrotto i giri intorno al Sole e che se vi guardate allo specchio potete apprezzarvi lo stesso perchè non valiamo per quello che facciamo, ma per quello che siamo.

Tenetelo a mente e see you soon..o almeno ci provo…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...