Lo sformato più buono che ci sia!

Ce l’abbiamo tutti una ricetta che appartiene alla nostra famiglia, solo a noi, un piatto della memoria, e questo piatto diventa più che speciale quando chi ce lo preparava non può più cucinarlo, allora lo rifacciamo noi, e non è più un semplice sformato, è LO SFORMATO della MIA nonna.

Ero molto piccola, 5 anni e mezzo quando la mia nonna è salita in cielo, per questo non ricordo di questo sformato sulla tavola dei nonni, ma ricordo questo sformato cucinato dalla mia mamma, sua figlia, e ha sempre, sempre, avuto un sapore particolare, quel buono mescolato all’amore.

Gli ingredienti sono:

  • 1,5 kg patate, solitamente trovate la rete esattamente di quel peso
  • 500ml besciamella
  • 2hg prosciutto cotto
  • sottilette q.b.
  • parmigiano q.b.

 

La sua preparazione è principalmente incentrata sulle patate.

Dopo aver pelato le patate, tagliatele a fettine sottili (2/3mm) dal lato corto.

In un pentola portate ad ebollizione 2 lt d’acqua e sbollentate le patate affettate un paio di minuti.

Sgocciolate le fette di patate e  lasciatele raffreddare, altrimenti vi scotterete le dita.

Mentre si raffreddano, preparate la besciamella o per chi l’avesse già pronta, prendete una teglia da poter inserire in forno e iniziate a comporre lo sformato.

Stendete e spalmate due cucchiai, da cucina, di besciamella sul fondo della teglia, disponete le patate a ricoprire il fondo, ora stendete il prosciutto cotto a fette, copritelo con qualche cucchiaio di besciamella e spezzettate un paio di sottilette sopra, poi di nuovo patate, prosciutto, sottilette, besciamella, nell’ultimo strato io dispongo patate, besciamella e copro con il parmigiano.

Terminati gli strati, inserite in forno già caldo a 200° per circa 30 minuti.

Per me, ma so di essere di parte, è buonissimo, ma, aldilà del gusto, è una ricetta veloce e piatto unico.

Io, proprio ieri sera, l’ho abbinato a dei fagiolini cotti al vapore, perchè si sa che la patata è la morte dei fagiolini!

In famiglia però è sempre stato concepito come contorno, quindi è sufficiente una bistecchina sciocca accanto per far cena, e che cena!

Bona lè e bon apptì! 😉

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...